Destinazioni

Van Dong, Himalaya nascosti del Vietnam

Google il nome “Van Dong”E non troverete molto. Fino a 2013, questo distretto di frontiera montagnosa in angolo nord-est del Vietnam era sotto il controllo militare e per visitare, stranieri necessari permessi speciali che erano notoriamente difficili da ottenere.

“I turisti in Vietnam - se vogliono vedere le montagne, vanno a Sapa nel nord-ovest,"Detto Anh Tuan Nguyen, il direttore di Mototours Asia, una società che offre viaggi in moto in tutto il nord del Vietnam. “Il problema con Sapa è la gente sono ora utilizzati per turisti e non sono troppo interessati ad essere gentile con loro. Ma a Dong Van, le persone sono ancora indossando abiti tradizionali e vivono stili di vita tradizionali e sono molto felice di vederti.”Con questo in mente, Ho precisato dal traffico soffocata capitale Hanoi in un viaggio su strada guidata di otto giorni a Van Dong, in sella a una vendemmia Royal Enfield 500cc proiettile moto - e desiderosi di visitare una parte del Vietnam pochi stranieri hanno mai visto. (Ian Lloyd Neubauer)

curve avanti

Van Dong, nascosto Himalaya2 del Vietnam

Il distretto di Dong Van è così inesplorato da parte dei visitatori occidentali che molte delle strade e catene montuose le traduzioni in inglese, che li rende difficili per i viaggiatori di navigare senza l'aiuto di una guida locale. Ma non c'è bisogno di essere un locale - o di un motociclista - di apprezzare la simmetria e l'ingegneria della strada che conduce a Van Dong. Insieme alla guida Mototours Asia Quyen Do Huu, abbiamo speso giorno dopo giorno carenaggio intorno tornanti che serpeggiavano alcuni 1.500 m fino catene montuose colossali. Dopo aver trovato un passaggio, la strada sarebbe caduta come una bomba nel canyon enormi tappezzati di risaie, e sarebbe passeggiare attraverso un villaggio o due prima di essere trovato un'altra montagna da scalare - la salita vertiginosa ricominciare tutto da capo. Quando abbiamo lasciato Hanoi, Do Huu mi ha detto che le strade e paesaggi del Vietnam sarebbero alto anche quelli di Laos, un luogo che molti considerano un motore bike paradiso. Sulle strade come questo, con le relative curve PEG pericolose, traffico trascurabile e paesaggi mozzafiato, Mi sono reso conto che aveva ragione. (Ian Lloyd Neubauer)

Le civiltà costruita sul riso

Van Dong, Vietnam nascosto Himalaya-2

La più a nord abbiamo viaggiato, il più grande della montagna come. Abbiamo girato fino a 250 km al giorno in un raggio crivellati di migliaia di terrazze di riso - un'antica forma di agricoltura che ha dato luogo a tutte le civiltà ad abitare in Vietnam per il passato 10,000 anni. Febbraio segna la metà della stagione secca, che rappresenta le terrazze’ marrone e tonalità della terra. Ma durante la stagione dei monsoni, da aprile a ottobre, le terrazze si accendono in verde brillante e giallo. (Ian Lloyd Neubauer)

Tessitura a mano

Van Dong, nascosti Himalaya-3 del Vietnam

Uno dei grandi estrazioni di esplorare nord-est del Vietnam è la possibilità di incontrare e interagire con il Hmong, una minoranza etnica che risiede nelle montagne del sud-est asiatico ed è spesso identificato con il loro abbigliamento luminoso: abiti elaborati, scialli, shirt e sciarpe, a mano da fibre di cotone e canapa che vengono poi tinto con radici in tonalità di rosa elettrico, rosso, verde e blu. In un mondo dove tante tribù indigene hanno capitolato per la convenienza di T-shirt e tute, molte ragazze Hmong ancora imparare a cucire e tessere motivi tribali tramandate loro dai loro madri e nonne. In questa foto, una donna Hmong in abito tradizionale funziona un telaio antico all'interno di una stalla alla periferia della città di Yen Minh, sud, a circa 90 km di Dong Van città - la capitale del distretto di Dong Van. (Ian Lloyd Neubauer)

Entrando Meo Vac

Van Dong, nascosti Himalaya-4 del Vietnam

Circa 30 km a sud di Van Dong città è Meo Vac, una città sovietica di cemento circondato da villaggi Hmong. Con l'eccezione di cavi elettrici, scooter e telefoni cellulari onnipresenti, gli abitanti del villaggio che vivono qui ancora conducono una vita tradizionali. I loro faccende quotidiane includono coltivare la terra con aratri di bue-driven, fermentazione del mais per fare il vino e raccogliendo l'esca per riscaldare le loro case e cucinare il riso. Questa fotografia di un bambino Hmong che trasporta la sorella bambino sulla schiena è stata scattata dal Do Huu, dopo che ha chiesto di prendere in prestito la mia macchina fotografica durante una passeggiata pomeridiana. (Do Huu Quyen)

mercato del fine settimana famoso di Meo Vac

Van Dong, nascosti Himalaya-5 del Vietnam

Una mattina ci siamo svegliati alle 6 sono e, nell'oscurità, fatto il nostro modo di mercato del fine settimana famoso Meo Vac. Vestita nella loro migliore Domenica, il popolo Hmong raccolti in migliaia, acquisto e vendita di erbe come il ginseng, anice e cannella, mele la dimensione delle pere, pere la dimensione di meloni, le carcasse di suini macellati, capre e cani, spaghetti di riso fatti a mano e enormi lastre di tofu. Essi hanno inoltre venduto il vino fatto in casa mais, uno spirito di fuoco con una finitura di vodka-come e caldo, sapori aromatici. E 'stato qui che ho visto facce occidentali per la prima volta dopo aver lasciato Hanoi: una coppia di pensionati dalla Francia in giro per il minibus locali. Erano sorpresi di vedermi come ero vederli. (Ian Lloyd Neubauer)

Il palazzo vecchio re Hmong

Van Dong, nascosti Himalaya-6 del Vietnam

Circa 15 km a sud di Van Dong città nella valle di Sa Phin è Nha Vua Meo: il Palazzo del Re Hmong, un edificio a due piani a quattro ali sostenuta da imponenti scogliere a dente di sega e racchiuso in una foresta di pini. Costruito da commercianti cinesi in 1902 per il signore della guerra Hmong Vuong Chinh Duc, la costruzione fortezza presenta pareti in 500mm spessore immerse in una barriera pietra 800 millimetri di spessore, due corti interne, 64 camere da letto dove le mogli del re, bambini e guardia dormivano, un santuario, armeria, negozio di marijuana - e un grande blocco di pietra usata per tagliando via i traditori’ teste. Solo un altro Hmong re - simpatizzante comunista Vuong Chu Sen - abitava nel palazzo prima di essere abbandonata durante la guerra antifrancese Resistenza, conosciuto in Vietnam come la guerra francesi, di 1946 a 1954. Oggi il palazzo è gestito come un museo con una piccola collezione di manufatti d'epoca impostato in vetrine polverose. (Ian Lloyd Neubauer)

Centro storico di Van Dong

Van Dong, nascosti Himalaya-7 del Vietnam

Dopo quattro giorni e 900 chilometri di ardua cavalcando nostri vecchi Enfields fidato, abbiamo strisciato in Van Dong città appena dopo il tramonto. Abbiamo trascorso la notte in un soggiorno di casa nel centro storico, un dedalo labirintico di vicoli di ciottoli e secolari edifici lastricato condito con tegole in terracotta. La più antica di queste case - una grande terrazza con due supporti in pietra pilastro addobbate con lanterne rosse - è stato costruito dalla famiglia Luong tra 1810 e 1820 ed è ancora abitato dai loro discendenti oggi. E 'stato uno dei 40 edifici storici che sono sopravvissuti un incendio che ha devastato Van Dong in 1923, prima che i francesi ricostruito la città. (Ian Lloyd Neubauer)

Fine della strada

Van Dong, nascosti Himalaya-8 del Vietnam

Situato nel cuore strategico di 1.600 m altopiano a soli 3 km dal confine cinese, Van Dong divenne avamposto più settentrionale della Francia durante sfortunata 59-anno-lunga occupazione coloniale del paese del Vietnam. soldati francesi usati operai vietnamiti a contratto controllate da kapò locali (collaboratori) di costruire un grande presidio che ora giace in rovina in cima una delle tante formazioni rocciose carsiche che si affaccia Van Dong città. Il presidio è raggiungibile tramite una ripida, circa 1 chilometro percorso capra che porta da un vicolo sul confine orientale del vecchio quartiere. Questa foto è stata scattata dalla parte superiore del presidio poco dopo l'alba, quando la città era ancora parzialmente avvolto nella nebbia serale. (Ian Lloyd Neubauer)

fonte: BBC viaggio

Condividere

Potrebbe piacerti anche

Non ci sono commenti

lascia un commento